NUOVO VIDEO DI ESC!

Lo sportello per i giocatori d’azzardo e familiari lancia un appello!

ESC, lo sportello per i giocatori d’azzardo e familiari, lancia un appello alla cittadinanza per rendere virale il video appena prodotto sul gioco d’azzardo patologico. Il gioco compulsivo è una malattia, ancora poco conosciuta, e si può sconfiggere, ma serve una maggiore conoscenza.

Il video è già in rete sui canali social di Villaggio Globale Ravenna e su quelli di ESC.
La chiamata all’azione di ESC è rivolta a chiunque e chiede di condividere il video sui propri social network preferiti.
Si tratta di un piccolo gesto che può contribuire a diffondere maggiore consapevolezza rispetto ad una forma di dipendenza di cui si parla ancora troppo poco, rispetto per esempio all’alcolismo o alla dipendenza da sostanze psicotrope.

Guarda il video di ESC!


E anche a far maggiormente conoscere lo sportello ESC, attivo da gennaio 2020 sui territori di Ravenna, Cervia e Russi.
Lo sportello ESC ha già aiutato concretamente alcune decine di persone, ma per le statistiche nazionali sono molti i giocatori d’azzardo problematici o patologici che non si rivolgono ai servizi sociali che li potrebbero aiutare.

A livello nazionale si stimano circa 1 milione – 1 milione e mezzo di persone con dipendenza da azzardo. L’azzardo patologico interessa sempre più ogni genere e ogni fascia d’età: è superato l’identikit del giocatore compulsivo maschio – adulto – lavoratore. Giocano le donne, giocano gli adolescenti e i preadolescenti, giocano gli e le anziani/e, le persone benestanti come quelle in difficolta economica.
E quando diventano compulsivi, si giocano grandi quantità di denaro, mandano in crisi relazioni personali, rischiano di perdere il lavoro… e di rovinare la vita a sé stessi e alle persone a loro vicine.


Per questo ESC, progetto dei Servizi Sociali di Ravenna, Cervia e Russi gestito da Villaggio Globale Coop Sociale, in collaborazione con il SerD e il Centro per le Famiglie oltre a gestire uno sportello di ascolto che offre consulenze gratuite ai giocatori e ai familiari, realizza incontri di sensibilizzazione e corsi di formazione. Attualmente sta organizzando un corso di formazione per gli assistenti sociali dei tre Comuni.
Ma non sono solo gli specialisti della cura che possono aiutare chi è in difficoltà per il gioco compulsivo: lo possono fare anche parenti, amici, colleghi, datori di lavoro, educatori… e anche per questo è importante far diventare virale il video di ESC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.